Tutti i testi di Pearl Jam con traduzione

I Pearl Jam sono un gruppo musicale grunge/alternative rock formatosi a Seattle, Washington, nel 1990. Sono stati uno tra i gruppi Stati Uniti d'America|statunitensi più famosi negli anni novanta; vendendo oltre 30 milioni di copie soltanto negli Stati Uniti d'America|Stati Uniti e ben 60 milioni in totale. Nonostante siano comunemente considerati un gruppo grunge, i Pearl Jam hanno uno stile che è più vicino alle sonorità classiche del rock degli anni settanta che a quelle - più aggressive e vicine al punk - di gruppi grunge per eccellenza quali i Nirvana e gli Alice in Chains. Secondo il magazine statunitense Rolling Stone, la band "spese la maggior parte degli anni novanta ad allontanare la propria fama" Tuttora in piena attività, la band raccoglie consensi di critica e di pubblico, continuando ad influenzare numerose rock band moderne.

Biografia

Prima dei Pearl Jam: 1984-1990

Jeff Ament e Stone Gossard, dal 1984 fino al 1987, furono membri di una delle prime band all'interno dello scenario grunge, i Green River, della quale erano membri altre due figure importanti del movimento, Mark Arm e Steve Turner (che fonderanno poi i Mudhoney, con i quali lavorano tutt'oggi). La band registrò alcuni lavori e intraprese dei tournée|tour, ma a causa di divergenze stilistiche tra le coppie Ament-Gossard e Arm-Turner il gruppo cessò di esistere nel 1987. Jeff Ament e Stone Gossard iniziarono così a suonare con Andrew Wood, per poi fondare con quest'ultimo i Mother Love Bone. Il gruppo, tra il 1988 e 1989, registrò un album e intraprese un tour, grazie al quale la PolyGram decise di assoldarli. Il 19 marzo 1990, la morte di Wood per un'overdose di eroina segnò però di fatto la fine della band, nonostante la loro casa discografica avesse pubblicato il loro album di debutto, Apple, quattro mesi dopo questo evento. Provati dall'avvenimento, Jeff Ament e Stone Gossard decisero di sciogliere il gruppo, ma contemporaneamente il secondo iniziò a scrivere materiale che avrebbe potuto essere usato per una nuova futura formazione. Dopo alcuni mesi, Gossard iniziò a suonare con un nuovo chitarrista, Mike McCready, che aveva appena sciolto la sua band precedente, gli Shadow. Fu proprio quest'ultimo ad incoraggiare Stone a riallacciare i rapporti con Jeff Ament, dal quale si era distaccato dopo la fine dei Mother Love Bone. I tre iniziarono a suonare insieme e registrarono una Demo#In musica|demo di cinque canzoni, che consegnarono all'ex batterista dei Red Hot Chili Peppers, Jack Irons, affinché li aiutasse a trovare un cantante e un batterista. Irons inviò quindi il nastro ad un suo vecchio amico, Eddie Vedder, all'epoca benzinaio a San Diego e cantante di un gruppo chiamato Bad Radio. Vedder sentì il nastro e scrisse dei testi per tre delle cinque canzoni (che poi diverrano Alive, Once e Footsteps), li aggiunse alle musiche delle canzoni e li inviò a Seattle ribattezzando la demo Mamasan Tape, descrivendola successivamente come un piccolo capolavoro. Colpiti dal giovane benzinaio, i tre invitarono Vedder a Seattle e nel giro di una settimana Eddie divenne il cantante del gruppo. Con l'aggiunta di Dave Krusen, la line-up era ormai completa. . Mentre la formazione dei Pearl Jam andava delineandosi, immediatamente dopo la morte di Andrew Wood, Chris Cornell, ex-coabitante del defunto e leader dei Soundgarden, preparò dei pezzi in memoria dell'amico, ossia Say Hello 2 Heaven e Reach Down e chiese ad Ament e Gossard, di inciderli e di rilasciare due EP. I due accettarono l'invito e trascinarono nel progetto anche Mike McCready, che da poco aveva fatto ricongiungere i due ex-Mother Love Bone; Cornell da parte sua coinvolse il batterista della sua band, Matt Cameron (che nel 1998 entrerà a pianta stabile proprio nei Pearl Jam). Nasceva il progetto Temple of the Dog (chiaro riferimento alla canzone composta da Wood, Man of Golden Words), che non si limitò a registrare solo due EP, ma registrò un intero album, chiamato proprio Temple of the Dog. Nel frattempo si aggiunse al supergruppo anche Eddie Vedder, che duettò con Cornell nel pezzo Hunger Strike. La band tuttavia si esibì solo in rare occasioni, come quella all'Off Ramp Cafè (ormai defunto locale di Seattle), lasciando ai membri del gruppo la possibilità di intraprendere le attività dei propri gruppi. Nel frattempo, i futuri Pearl Jam dovevano decidere il nome della band. Prima di scegliere il nome attuale la band si chiamò Mookie Blaylock, in onore di un giocatore dell'NBA. Si esibirono all'Off Ramp Cafè il 22 ottobre 1990. Molto presto il gruppo fu notato dalla Epic Records, che li assoldò facendo loro cambiare nome per motivi commerciali. Il 10 marzo 1991, grazie alla KISW, stazione radiofonica di Seattle, Ament e Vedder annunciarono che il nome della band era diventato "Pearl Jam". In una delle prime interviste promozionali della band, Eddie dichiarò che il nome della band derivava dal nome della nonna "Pearl", che era sposata con un nativo americano, e conosceva la ricetta per una marmellata (in inglese "Jam") fatta con peyote . Un'altra teoria avanzata da Kim Neely nel suo libro sulla band, Five Against One, sostiene che Pearl era fortemente voluto da un membro della band, mentre Jam derivava da jamming, ossia l'improvvisazione che spesso compiono i musicisti. In un'edizione del magazine Rolling Stone del 2006 Ament e McCready ammisero che al primo venne l'idea di Pearl, mentre Jam fu aggiunto dopo un'esibizione dal vivo di Neil Young.

Descrizione di Wikipedia (articolo originale)

Inserisci il tuo commento

 

 

Ti piace tradurre? Aiutaci!
0
Fede commento inviato 6 anni fa Che dire,.......MERAVGLIOSI Rispondi
0
Giorgia commento inviato 7 anni fa Mi piaceeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !!!!!! Rispondi