Tutti i testi di Van Morrison con traduzione

Suona diversi strumenti tra i quali chitarra, armonica, tastiere e sassofono.

Origini


Cresciuto in una famiglia protestante di Belfast, Morrison ascolta molta musica sin dalla più tenera età: sua madre era una cantante mentre il padre era collezionista di album Stati Uniti d'America|americani di jazz e blues.

I loro artisti preferiti erano Ray Charles, Leadbelly e Solomon Burke; nel 2005, in un'intervista concessa a Rolling Stone, Morrison afferma che «Those guys were the inspiration that got me going. If it wasn't for that kind of music, I couldn't do what I'm doing now» ("Quegli artisti hanno ispirato i miei inizi. Se non fosse stato per quel genere di musica, oggi non farei quello che sto facendo").[http://www.rollingstone.com/news/story/_/id/7371946/vanmorrison?pageid=rs.Home&pageregion=single2 Renaissance Van : Rolling Stone]

Anni sessanta


Morrison va via di casa a 15 anni per intraprendere la sua carriera musicale. Suona in diversi locali con complessi skiffle e rock and roll prima di entrare a far parte del gruppo dei Monarchs, con i quali partecipa ad una tournée in giro per l'Europa.

Nel 1964 fonda, infine, il gruppo dei Them del quale diviene il leader. La band raccoglie numerosi successi, il maggiore dei quali è Gloria, che sarebbe divenuto uno degli standard del rock e che verrà incisa da numerosi altri artisti.

Morrison diviene sempre più insoddisfatto dell'utilizzo dei musicisti in studio, e lascia la formazione dopo un tour negli USA nel 1966. Ritorna a Belfast, deciso a lasciare il mondo della musica. Il produttore dei Them, Bert Berns, lo persuade a ritornare a New York e a registrare materiale da solista per l'etichetta Bang Records. Da queste prime session emerge una delle sue canzoni più famose, Brown-eyed Girl, che raggiunge il numero 10 delle classifiche USA nel 1967. L'album generato da quelle sessioni è Blowin' Your Mind!. Morrison ammise successivamente che non era soddisfatto del risultato, dicendo in un'intervista del 1969 a Rolling Stone che «It came out wrong and they released it without my consent» ("È venuto male e lo hanno pubblicato senza il mio consenso"). Registrazioni di quel periodo furono rieditate occasionalmente dalla Bang e anche sotto forma di bootleg, sotto vari nomi. Le registrazioni complete furono messe insieme nel 1991 come Bang masters. Includono una versione alternativa di Brown-eyed Girl, così come una prima versione di Beside You e di Madame George, canzoni che compaiono con lievi variazioni di accordi, di arrangiamento e di parole nel secondo album di Morrison.

Dopo la morte di Berns (1967), Morrison si trasferisce a Boston, nel Massachusetts. Ben presto deve affrontare problemi finanziari e personali. Entra in depressione in seguito ad alcolismo ed ha problemi nel trovare ingaggi. Ricomincia tuttavia a lavorare, registrando con la Warner Bros. il song cycle Astral Weeks. Materiale dell'album è stato già eseguito in diversi club intorno a Boston, come nel caso della title track, pezzo di grande suggestione spirituale. Uscito nel 1968, l'album è acclamato dalla critica, ma riceve una fredda accoglienza da parte del pubblico. Astral Weeks, pervaso da un alone mistico e da una grande intensità, è un impasto di poesia irlandese e di innovative sonorità folk-jazz. Il disco contiene diverse gemme come Sweet Thing, Cyprus Avenue, Ballerina e Madame George. Notevole è anche la voce e l'interpretazione di Morrison. Da allora Astral Weeks è costantemente incluso nelle più autorevoli liste specializzate sui migliori album di tutti i tempi. (sul Times nel 1993 al 3º posto, su Mojo nel 1995 al 2º posto, su Rolling Stone nel 2003 al 19º posto).

Descrizione di Wikipedia (articolo originale)

Inserisci il tuo commento

 

 

Ti piace tradurre? Aiutaci!
0
Alessandro67 commento inviato 4 anni fa ecco alla prossima persona che mi dice che son timido rispondo "ma ha visto Van Morrison"? Rispondi
0
Alef commento inviato 4 anni fa Però anche un rustico orso può sempre trasformarsi in un tenero "Terry Bear"...coccolosissimo...In bocca al lupo !...o meglio...all'orso! Rispondi
0
Alef commento inviato 4 anni fa Teddy Bear...accidenti all'elettronica! Rispondi
0
Alessandro67 commento inviato 4 anni fa Non preoccuparti se lo conosci poco Dato che Morrison non ama le interviste, non è molto amato dai giornalisti di lui si sa poco o nulla in particolare sulla sua vita provata, tanto che viene considerato un orso Insomma è il classico artista introverso che se ha qualcosa da dire lo dice attraverso le sue canzoni e in certi periodi ha avuto quasi paura di salire sul palco Insomma una specie di Lucio Battisti.. Rispondi
0
Alef commento inviato 4 anni fa Buongiorno Ale.Insomma...anche questo tipo fa parte di quella categoria che preferisce esprimersi attraverso una forma artistica . E' apprezzabile ma penso che "l'orsite" sia una malattia che ha per contro degli aspetti negativi per chi la vive. Imparare a condividere anche in modo più sciolto e aperto con gli altri sarebbe un arricchimento reciproco. E' una cosa però che si può anche applicare anche in altri contesti del vivere di molte persone. Condividere i propri talenti con gli altri e' bello...però ne comprendo l'oggettiva difficoltà. Ora che mi hai incuriosita cercherò altro materiale su questo artista così introverso. Ciao Rispondi
0
Alessandro67 commento inviato 4 anni fa dicono che sia Morrison sia così misantropo che anche l'orso più solitario a confronto suo è estroverso come un animatore di un villaggio turistico Rispondi
0
Alef commento inviato 4 anni fa Conosco poco questo cantante ma effettivamente la sua"Have i told you lately" e' leggermente migliore grazie ad un interpretazione più dolce e consona al tema trattato. Rod Stewart ha adattato alla sua sensualissima voce roca che a me piace assai ma forse un pochino meno adatta. Belle canzoni e ottimi cantanti comunque entrambi. Rispondi