It's What We Do
It's What We Do
Pink Floyd

Cosa significa questa canzone? Leggi i commenti degli utenti!

Hai un nuovo significato per It's What We Do di Pink Floyd? Inviacelo!

Inserisci il tuo commento

 

 

Ti piace tradurre? Aiutaci!
0
Alessandro67 commento inviato 5 anni fa canzone bellissima sto rivalutando l'intero disco stavolta non con 20 anni di ritardo come con "the division bell" Rispondi
0
Dotti, Medici E Sapienti (ls) commento inviato 5 anni fa Ciao!
Premetto che io il cd "The Endless river" l'ho comprato e che ogni mattina, quando vado a fare 10 km. di footing, ascolto spessissimo il Pink Floyd, uno dei miei gruppi preferiti, devo anche dire che nella discografia dei suddetti bisogna pur fare una graduatoria, seppur dolorosa,visto che stiamo parlando del meglio del meglio ed io devo dire che lo metto al penultimo posto, davanti solo a Ummagumma.
Detto questo all'album posso anche dare come voto 8.
Di fronte alla bellezza di Charlize Theron posso dire a un'altra attrice che preferisco la prima pur essendo lei molto bella.
Paragonare il Carpi o il Frosinone (che pure sono due ottime squadre) al Bayern Monaco o al Barcellona e' esagerato.
Io sono orgoglioso di possedere quel disco perché ho tutti i dischi dei Pink Floyd, ma loro stessi non hanno pubblicato prima quei pezzi perché considerati brani di livello inferiore ad altri.
Vi prego di apprezzare la mia sincerità.
Il mio voto e' comunque alto e, se faranno un altro album, comprerò anche quello.
Come e' successo 10/15 anni fa con i Beatles, anche dei Pink Floyd stanno pubblicando i brani inediti, perché ormai si sono sciolti per sempre. Rispondi
0
Alessandro67 commento inviato 5 anni fa @dotti .. ciao "The endless river" è in gran parte costituito da brani composti all'epoca di "the division bell" ma non inseriti in quel disco per vari motivi. I Pink Floyd sapevano di aver già dato il massimo, quindi non avevano nessuna a pretesa di chiudere arrivando la nr 1. Penso lo abbiano fatto per fare un regalo ai fan e un tributo a Wright. Ciao grazie per auguri contraccambio in ritardo. Rispondi
0
Il Marchese Del Grillo (ls) commento inviato 5 anni fa I tuoi auguri sono sempre molto graditi anche se in ritardo, perché questo sito e' molto dispersivo, quindi capita.
Tutto ciò che dici e' vero: i brani di "The endless river" furono composti ai tempi di 'The division bell", ma non inseriti da loro in quell'album, perché erano i più scarsi (condivido).
Successivamente, essendosi sciolti hanno fatto un cd solo con quelli.
Io il disco ce l'ho, ma ascoltarli più di 3/4 volte e' una bella palla e il paragone con i loro album migliori e' "aria fritta".
Ad alti livelli c'è solo la canzone cantata.
Lorenzo Rispondi
0
Alef commento inviato 5 anni fa Non mi piacciono come già detto le operazioni nostalgia ma dichiarare che i P.F.con questo album hanno " raschiato il barile" lo trovo parecchio inopportuno ed esagerato.
È l'unica band al mondo che potrebbero o avrebbero potuto...qual dir si voglia ,musicare e cantare l'elenco del telefono o la lista della spesa facendone dei capolavori.
Unici.
I brani strumentali niente tolgono a quelli con i testi scritti. Anzi ...talvolta io li preferisco.
Buonanotte popolo di Testi Tradotti! Rispondi
0
Dotti, Medici E Sapienti (ls) commento inviato 5 anni fa Ciao!
Ben ritrovati!
Hanno raschiato in barile, ma la classe non si discute affatto.
"The endless river", l'unica canzone cantata, e' di gran lunga la mia preferita.
Buona Pasquetta!
Il vero capolavoro e' stata " La passione di. Cristo" vista ieri sera in tv.
Lui e' il mio preferito.
Lorenzo Rispondi
0
Alef commento inviato 5 anni fa Album del sapore un po' " Operazione nostalgia"...spero l'ultimo del genere.
Ma tuttavia bello e gradevole.
Brano di ampio respiro. Tipicamente P.F.
Bello. Rispondi
0
Alessandro67 commento inviato 6 anni fa canzone in pieno stile Pink Floyd poteva essere inserita tranquillamente in "the dark side of the moon" o "Whish you were here" l'intero "Endless river" è un disco molto sperimentale un omaggio a Wright e un ritorno alle origini Rispondi