Oh let the sun beat down upon my face,

stars to fill my dream

I am a traveler of both time and space,

to be where I have been

 

To sit with elders of the gentle race,

this world has seldom seen

They talk of days for which they sit and wait and

all will be revealed

 

Talk and song from tongues of lilting grace, whose sounds caress my ear

But not a word I heard could I relate,

the story was quite clear

Ooh, ooh...

 

Oh, I been flying... mama, there ain't no denyin'

I've been flying, ain't no denyin', no denyin'

 

All I see turns to brown,

as the sun burns the ground

And my eyes fill with sand,

as I scan this wasted land

Trying to find,

trying to find where I've been.

 

Oh, pilot of the storm who leaves no trace, like thoughts inside a dream

Heed the path that led me to that place, yellow desert stream

My Shangri-La beneath the summer moon, I will return again

Sure as the dust that floats high in June, when movin' through Kashmir.

 

Oh, father of the four winds, fill my sails, across the sea of years

With no provision but an open face, along the straits of fear

Ooh...

 

When I'm on, when I'm on my way, yeah

When I see, when I see the way, you stay-yeah
Testo trovato su http://www.testitradotti.it
 

 

Ooh, yeah-yeah, ooh, yeah-yeah, when I'm down...

Ooh, yeah-yeah, ooh, yeah-yeah, well I'm down, so down...

Ooh, my baby, oooh, my baby, let me take you there!

 

Let me take you there!

Let me take you there!

Oh, ho lasciato il Sole picchiare sul mio viso,

con le stelle che riempiono i miei sogni.

Sono il viaggiatore sia del tempo che dello spazio,

per essere dove sono stato.

 

Seduto con gli anziani di una razza gentile

Che questo mondo hanno visto raramente.

Parlando di giorni, dove seduti aspettano e

tutto verrà rivelato.

 

Discorsi e canzoni di un linguaggio di una grazia vivace quel suono ha accarezzato le mie orecchie.

Ma non c'era parola che io capissi

La storia era comunque chiara.

Ooh, ooh...

 

Oh, piccola, ho volato... mama, non si può negare

ho volato, non lo nego, non lo nego

 

Oh! Tutto ciò che vedo, si colora di marrone,

come il Sole, brucia la terra!

E i miei occhi, si riempiono di sabbia,

come scruto, questa terra desolata.

Cercando di scoprire,

Cercando di scoprire, dove sono stato

 

Oh pilota della tempesta che non lascia tracce, come la sorgente dentro un sogno.

Chi calca il sentiero che mi ha condotto in questo posto, con uno schermo di deserto giallo.

Il mio "Orizzonte perduto" dietro la luna estiva io ritornerò di nuovo!

Sicuro come la polvere che volteggia alta in Giugno, mentre si sposta attraverso il Kashmir.

 

Oh, Padre dei quattro venti, riempi le mie vele, attraversa i mari degli anni.

Senza previsioni, ma un viso aperto, per solcare lungo gli stretti della paura.

Ooh...

 

Whoa! Quando sono, quando sono sulla mia via, sì!

Quando vedo, quando vedo la via, dove tu stai, sì...

 

Ooh-ooh, yeah-yeah, Ooh-ooh, yeah-yeah, quando sono giù...
Testo trovato su http://www.testitradotti.it
 

Ooh-ooh, yeah-yeah, Ooh-ooh, yeah-yeah, quando sono giù, così giù...

Oh mia piccola, oh mia piccola, lascia che ti conduca laggiù!

 

Lascia che ti conduca laggiù!

Lascia che ti conduca laggiù!

Kashmir - Led Zeppelin

Se ti piace Kashmir - Led Zeppelin ricordati di commentare!!
Con il tuo voto la farai salire nella classifica generale!


I video presenti sono visualizzati tramite ricerca di youtube e potrebbero non essere corretti

 

Ti è piaciuto il testo e la traduzione e il video di Kashmir di Led Zeppelin? Lascia un commento!

Kashmir
In classifica

Kashmir si trova in 251ª posizione con 1837 punti! Falla salire di classifica lasciando un commento o condividendola su Mi piace e su +1 qui sotto!


Sono presenti 9 commenti

Inserisci il tuo commento

Nome:
Email:
Commento:

Inviando dichiari di aver accettato i disclaimer. Puoi rispondere ad un commento cliccando sul pulsante relativo.
Modifica il tuo avatar qui

  • Ho inserito questa canzone, spero vi piaccia! Scritto da Paul Whitin mercoledì 4 luglio 2012 alle 08:32 - Rispondi

  • Sei stato braviss a present un brano colonna portante del rock mondiale. qualsiasi aggettivo sarebbe superfluo Scritto da FRANCESCO mercoledì 21 novembre 2012 alle 12:27 - Rispondi

  • Strordinari zeppelin bravo ottima scelta Scritto da Abbazia sabato 1 dicembre 2012 alle 10:52 - Rispondi

  • Nonostante non abbia il computer e faccio enorme fatica a 'nuotare' piu' ke navigare...trovo il vs sito very good! chissa' quando avro' il compu...!? Scritto da Ace giovedì 3 gennaio 2013 alle 21:48 - Rispondi

  • Canzone a dir poco favolosa con tutte le sue sfumature, la chitarra, la voce di Robert Plant, la batteria, le parole... Scritto da Faber lunedì 4 febbraio 2013 alle 11:58 - Rispondi

  • Bellissima davvero, non è mica facile da tradurre! Scritto da Sylvia sabato 25 gennaio 2014 alle 15:14 - Rispondi

  • Piccolo dubbio: "To sit with elders of the gentle race / this world has seldom seen" non dovrebbe essere tradotto con "Seduto con gli anziani della razza gentile / che questo mondo ha visto raramente", essendo 'has' alla 3ª persona e quindi -secondo me- riferito a 'this world'? Scritto da Sylvia sabato 25 gennaio 2014 alle 15:19 - Rispondi

  • Una leggenda del rock.. Grandissimo pezzo... Scritto da Domenico martedì 1 aprile 2014 alle 20:46 - Rispondi

  • Great song of a great group Scritto da Alberto martedì 8 aprile 2014 alle 23:06 - Rispondi

Hai trovato quello che cerchi? Seguici su Facebook!
Seguici su facebook!