Tutti i testi di Mike Oldfield con traduzione

Musica

I genitori di Oldfield erano Maureen e Raymond Oldfield. La sorella Sally e il fratello Terry sono anch'essi musicisti di successo e compaiono in molti dei suoi album. I primi passi Mike Oldfield li fa in duo con la sorella Sally, pubblicando nel 1968 come The Sallyangie il disco Children of the Sun, pubblicato per la Transatlantic. Dopo lo scioglimento dei Sallyangie, Oldfield forma i Barefoot, un duo con il fratello Terry. Successivamente entra a far parte della "Whole World" di Kevin Ayers, ex-chitarrista dei Soft Machine, nel quale conosce David Bedford. Con quest'ultimo collaborerà successivamente in Tubular Bells. L'avventura di "The Whole World" dura solo un album (Shooting at the moon del 1970), anche se Oldfield ha modo di tornare a collaborare per Ayers in Whatevershebringswesing, del 1972. Già nel 1972, Oldfield ha per le mani una versione demo della futura Tubular Bells, ma l'opera non trova nessun discografico disposto ad investirvi. Ciò fino all'incontro con il produttore Richard Branson che, proprio in quel periodo, sta fondando la casa discografica Virgin. Oldfield riesce a far ascoltare la propria demo agli ingegneri del suono Tom Newman e Simon Heyworth. Branson si fa convincere a produrre il disco, che diviene anche l'album inaugurale della Virgin. Tubular Bells resta certamente la sua opera più celebre. Si tratta di una composizione strumentale in cui Oldfield ha modo di dare sfogo al proprio eccezionale polistrumentismo. Viene lanciata il 25 maggio 1973 e, in breve, si impone tutto il suo valore rivoluzionario, dal momento che Oldfield vi suona più di venti diversi strumenti in una registrazione realizzata unendo più livelli: risulta quasi impossibile affibbiare una specifica etichetta ai due movimenti di cui si compone l'opera per via della moltitudine di temi e di stili presenti. L'album raggiunge velocemente la top 10 nelle vendite in Inghilterra e rimane in classifica per 247 settimane. Anche in Stati Uniti d'America|America è un successo, anche a motivo del suo utilizzo come parte della colonna sonora del film L'esorcista (The exorcist, del 1973). Nell'autunno del 1974, il successivo LP, Hergest Ridge arriva al primo posto delle classifiche inglesi per tre settimane e detronizza lo stesso Tubular Bells. Analogamente a Tubular Bells, anche Hergest Ridge è caratterizzato dalla forma suddivisa in due movimenti strumentali, che questa volta evocano delle scene dal rifugio di campagna di Oldfield nell'Herefordshire. Segue nel 1975 Ommadawn che, ai due soliti movimenti, fa seguire anche una breve canzone (On horseback, cantata - cosa abbastanza insolita per l'artista - da Oldfield stesso). Spiccano gli interventi di Sally e Terry Oldfield e di una compagnia di percussionisti del Ghana che chiudono la prima facciata. Nel 1978 esce Incantations, doppio album che introduce massicci interventi vocali e corali di Sally Oldfield, Maddy Prior e del coro femminile del Queen's College, London|Queen's College di Londra, nonché un'intera orchestra sinfonica. Per la prima volta dal suo debutto solista, Oldfield acconsente a promuovere l'album con un tour al quale parteciperanno tutti i musicisti già coinvolti in Incantations, orchestra compresa; lo spettacolo venne immortalato nel doppio album dal vivo Exposed pubblicato nel 1979.

Descrizione di Wikipedia (articolo originale)

Inserisci il tuo commento

 

 

Ti piace tradurre? Aiutaci!
0
Alef commento inviato 6 anni fa Quando ascolto lavori come " Tubolar bells" o "Ommadawn" mi viene da pensare che quest'uomo e' forse l'unico polistrumentista al mondo capace di tirar fuori musica anche da ciò che non è suonabile. Rispondi
0
Alessandro67 commento inviato 6 anni fa Polistrumentista e compositore, Mike Oldfield, non ha mai cercato il successo facile. Ha sempre fatto la sua musica senza cercare di essere commerciale. E quando ha ottenuto il successo vedi Moonlight Shadow non ha mai cercato di ripeterlo. Rispondi